Sparkster: Rocket Knight Adventures 2, MegaDrive

Dal Pong alla PS5
SergioRetroForce
Site Admin
Messaggi: 311
Iscritto il: ven gen 31, 2020 5:05 pm
Has thanked: 29 times
Been thanked: 1 time

Sparkster: Rocket Knight Adventures 2, MegaDrive

Messaggio da SergioRetroForce »

Sparkster: Rocket Knight Adventures 2 - Il ritorno megadriviano (con umilté 😉 ) della mascotte a 16-bit di Konami 🙂
Sparkster: Rocket Knight Adventures 2 viene rilasciato per il 16-bit Sega tra agosto e novembre del 1994. Comprensibilmente preceduto da una certa attesa, questo action platform Konami è uno dei due contemporanei seguiti del notevole Rocket Knight Adventures (1993 -Mega Drive... di fatto la sola nuova IP Konami su Mega Drive-), nonchè una delle sette uscite che resero il '94 l'anno più produttivo di Konami sul 16-bit Sega: Hyper Dunk: The Playoff Edition, Castlevania: The New Generation / Castlevania Bloodlines / Vampire Killer, Sparkster: Rocket Knight Adventures 2 (appunto), Probotector / Contra: Hard Corps / Contra: The Hard Corps, Tiny Toon Adventures: Acme All-Stars, Animaniacs e Lethal Enforcers II: Gun Fighters.
Decisamente un buon titolo questo seguito megadriviano di Rocket Knight Adventures: veloce, fluido, giocabilissimo e tecnicamente solido... come si conviene ad un prodotto Konami. Eppure la scintilla non scocca più come nel brillante predecessore 😉 , con estetica, musiche e gameplay che appaiono sì all'insegna della competenza, ma anche nel complesso più standard, meno accattivanti, nonché, in determinati casi, non così indovinate come ci si sarebbe potuti aspettare.
Si ha in definitiva l'impressione che in questo sequel Konami abbia puntato molto di più sul relativamente meno datato Super Nintendo. Proprio su questa piattaforma, infatti, la storica casa giapponese ha realizzato, sempre nel 1994 (settembre), lo Sparkster veramente scintillante, riservandone viceversa una "controparte" sì nel complesso valida ma... appunto "con umiltè" al 16-bit Sega.
Certo, nel 1994 il possessore "medio" di Mega Drive ha ben poco da recriminare nei confronti di Konami a fronte appunto delle altre uscite annuali (su tutte Castlevania e Contra 😉 )... ma questo in linea di massima non dovrebbe avergli impedito di dare a Cesare quel ch'è di Cesare, considerando Sparkster su Super Nintendo il "vero" seguito di Rocket Knight Adventures.
Voi che ne dite? 🙂
(fermo restando che sul fronte musicale Konami era ancora una volta una garanzia 😉 )


www.facebook.com/alessio.bianchi.37