Intel 486DX2-66 il processore simbolo di un'era

agnul75
Messaggi: 11
Iscritto il: lun feb 17, 2020 9:48 am
Been thanked: 14 times

Intel 486DX2-66 il processore simbolo di un'era

Messaggio da agnul75 »

Il più classico ed intramontabile dei 486 vide la luce nel tardo 1992.
.
dx266-01.jpg
dx266-01.jpg (43.6 KiB) Visto 714 volte
.
Quando il mercato delle CPU si affollava troppo di concorrenti Intel passava al "livello di prestazioni successivo" il più rapidamente possibile e cosi fece con il DX2 la cui CPU che si dimostrò fin da subito un mostro di velocità sbaragliando tutta la concorrenza dell'epoca.

Al suo lancio fu una delle CPU più costose ed è stato anche il primo chip che riusci a raddoppiare la velocità interna di clock, nel corso degli anni è diventato una parte molto significativa del panorama informatico tradizionale e grazie al raddoppio delle prestazioni rese completamente giocabili molti giochi per PC 3D dei primi anni '90.
Con il DX2 per la prima volta in assoluto Intel tagliò i prezzi sui prodotti mainstream per combattere la rivale AMD, e di conseguenza i suoi DX2 rimasero popolari e comuni sul mercato anche dopo l'arrivo delle controparti AMD e Cyrix più economiche.

Tutti i chip Intel 486DX2-66 funzionavano a 5 volt così come i (rari) primi AMD, le versioni successive di AMD e tutte le IBM-Cyrix funzionavano a 3,3 volt, ciò ha ridotto il consumo energetico e quindi la generazione di calore del 50%, ma ha richiesto un regolatore di tensione step-down sulla scheda madre.
Le schede più vecchie però non avevano questo regolatore di tensione e quindi le CPU da 5 volt erano sempre richieste per gli aggiornamenti e spesso era molto difficile trovarle.
A differenza delle CPU più vecchie con voltaggio più elevato i DX2-66 da 3,3 volt funzionavano solo con un dissipatore di calore o addirittura senza alcun raffreddamento, dove quelli da 5 Volt richiedevano ovviamente la ventola di raffreddamento.
C'erano molte varianti di 486DX2-66 all'epoca, almeno 5 o 6, essenzialmente prodotte da INTEL/AMD/CYRIX, fu anche l'ultima volta che Cyrix riusci a combattere quasi ad armi pari con Intel/Amd perchè da li in poi i suoi successivi processori inziarono sempre di più a perdere terreno sulla concorrenza.

Tutti i videogiocatori di vecchia data ricorderanno il periodo in cui per poter giocare bene ai titoli 3D era necessario possedere un 486 a 66MHZ ed una scheda video Vesa Local Bus, la vera era del 3D e della multimedialità era iniziata.
.
dx266-02.jpg
dx266-02.jpg (50.76 KiB) Visto 714 volte
.
Come di consueto ho deciso di di creare una macchina virtulae con PCEM e FreeDOS per poter permettere a tutti di provare questa CPU.
Una volta scaricato il file zippato basterà estralo in una cartella a vostro piacimento, lanciare l'eseguibile di PCEM ed avviare la macchina virtuale che al suo interno contiene un paio di giochi shareware.
Qui sotto trovate il link per il download e buon divertimento.
http://www.mediafire.com/file/8k5ros0f4 ... n.zip/file