Home Uncategorized DE-9P – La porta joystick questa sconosciuta

DE-9P – La porta joystick questa sconosciuta

92
0

La nostra amata porta joystick a 9 pin ai tempi veniva descritta come porta Atari o standard Atari e tutti abbiamo un vago ricordo di ciò grazie al fatto che il VCS2600 ebbe un grande successo.

In realtà la porta joystick non nasce con il mitico Atari VSC2600 e non si chiama in realtà nè porta Atari nè porta joystick.

Il nome tecnico della porta è DE-9P e fece la sua prima apparizione sul mitico Fairchild Channel F nell’ agosto del 1976 come “porta giochi”, mentre la dicitura DE9 deriva dallo standard canon anni 50 che definiva i vari connettori : la lettera D indica la serie, la lettera E la dimensione, il 9 indica ovviamente il numero dei pin mentre la P finale sta per plug.

La seconda domanda che sorgeva spontanea ai tempi, vedendo che tutti questi joystick avevano lo stesso connettore era, ma la porta era standard per tutti?

La risposta corretta non era nè sì nè no.

Diciamo subito che a parte alcune configurazioni veramente strane i joystick Atari erano compatibili di solito con la maggior parte degli home computer del tempo,  quali il VIC20, C64, MSX, Atari 8bit e successivamente Amiga ed AtariST.

Questo valeva ovviamente solo per la configurazione base quindi per le 4 direzioni ed il tasto fire mentre cambiava radicalmente nel caso del secondo pulsante di fuoco o addirittura del terzo pulsante di fuoco portando ad una frammentazione delle periferiche che però veniva di solito risolto attraverso dei microinterruttori.

A questo link troviamo una tabella molto esplicativa dei vari pinout:

http://wiki.icomp.de/wiki/DB9-Joystick

Dalla tabella al link di cui sopra possiamo notare che il Megadrive o Genesis era la console che aveva lo schema più complesso di tutti e grazie ad un multiplexer 74HC157 integrato nel PAD poteva utilizzare fino a 6 pulsanti di fuoco contemporaneamente cosa veramente notevole ma molto pericolosa nel caso in cui si andasse ad utilizzare questo PAD su altri computer in primis il C64.

A lungo andare infatti si rischiava di danneggiare in maniera irreparabile il CIA mentre sul C16/Plus4 si danneggiava il TED perchè su questi PC le porte non erano protette a differenza del C64 e la sola pressione del tasto fuoco portava a generazione di caratteri a schermo.

Il vero dramma videoludico comunque è stato che a causa di questo pseudo standard Atari sui computer a 16 bit, si finiva per limitarsi a joystick con un solo tasto di fuoco invece che poter avere tranquillamente dispositivi con 3 tasti.

Tutto ciò è stato causato dalla mancanza di uno standard ben definito all’epoca ed alla pazzia dei costruttori di pc nel voler rendere non compatibile i joystick per i loro competitor nella speranza di vendere solo i loro di prodotti.

In una epoca come la nostra abituati a collegare un dispositivo USB ed averlo già pronto all’uso tutto ciò ci sembra preistoria informatica, la morale comunque è : utilizzate solo controller compatibili con il vostro vecchio PC per evitare danni e guasti!