Home RetroComputer Sviluppo veloce anni 80: i terribili porting da Spectrum ad MSX

Sviluppo veloce anni 80: i terribili porting da Spectrum ad MSX

249
0

Negli anni 80 il mercato degli home computer europeo era complesso ed a macchia di leopardo per quanto riguardava la distribuzione dei vari marchi ; sviluppare era qualcosa di tormentato e si doveva ponderare bene su quale piattaforma scrivere il codice per avere un riscontro in termini di monetizzazione immediata quindi quale scegliere?
Era difficile decidere fra ditte come Commodore, Sinclair, Amstrad, o MSX, su quale sviluppare i propri giochi per primi. Quasi sicuramente la scelta sarebbe caduta sui giochi per Commodore 64 e Sinclair Spectrum visto il vasto parco computer venduti ma rimaneva il problema per utilizzare i giochi su MSX ed Amstrad.

Si utilizzava una terribile conversione, il famigerato PORTING da SPECTRUM.

Ovviamente all’epoca si doveva ragionare in termini di tempo e nel fatto che un gioco doveva essere disponibile nell’immediato per tutti i sistemi casalinghi nel minor tempo possibile, spesso quindi la scelta era programmare il gioco per C64 e Spectrum e poi vista la stretta parentela dovuta al processore Z80 fare un bel porting del codice del gioco per MSX e Amstrad CPC.

Ovviamente per MSX ed Amstrad i risultati erano spesso identici o addirittura peggiori della controparte Sinclair sopratutto su MSX dove gli stessi risultavano addirittura più lenti a causa del fatto che la VDP non veniva minimamente sfruttata, anzi costringeva ad passaggio video ulteriore rispetto ad AMSTRAD.

Un esempio di palese rallentamento su MSX sono i porting di ROBOCOP ed OUTRUN ad opera della OCEAN ed US GOLD.

Stessa sorte per AMSTRAD CPC ed il terribile porting di Salamander ad opera di Andrew J. Glaister & Stuart J. Ruecroft

La spagnola Dynamic era una delle aziende europee che usarono massicciamente il metodo dei porting da ZX Spectrum ad MSX con risultati a volte buoni ed altre veramente deludenti come Satan.

Con il senno di poi va comunque detto che senza i porting da Spectrum, il parco giochi di MSX ed Amstrad sarebbe stato di gran lunga inferiore ed ai tempi era meglio avere un gioco modesto piuttosto che non averlo e ci si divertiva lo stesso.

In questo filmato di youtube ad esempio possiamo vedere un gioco programmato da zero per tutte e 4 le maggiori piattaforme ad 8 bit dell’epoca.

Come visto nel filmato sopra ovviamente la programmazione nativa per MSX ed Amstrad rispetto ai porting da Spectrum dava risultati veramente buoni ed a livello della concorrenza Commodore ; negli anni a seguire la stessa poi sorte toccò ad Amiga con i porting da Atari ST ma questa è un’altra storia.

Qui di seguito trovate una lista (incompleta) di giochi portati da Spectrum ad MSX, ringraziamo per la prima stesura Chris Akamsx

Porting Spectrum MSX

 

Fonte immagine di copertina: https://en.wikipedia.org/w/index.php?curid=13092348