Home RetroComputer BeBox: un computer ormai raro

BeBox: un computer ormai raro

193
0

Il 3 ottobre 1995 viene messo sul mercato BeBox. Si tratta di un computer con due processori che utilizzava l’avanzatissimo sistema operativo BeOS. Creato da due ex dipendenti Apple, fu equipaggiato con due processori PowerPC. Le vendite non andarono benissimo: tra le mille e le duemila unità e per questo motivo è diventato davvero difficile trovarne uno disponibile. Infatti produzione delle macchine terminò alla fine del 1996 quando il BeOS venne ripensato per poter essere utilizzato su macchine Macintosh dotate di processori PowerPC anche perchè la società aveva deciso di concentrasi sul sistema operativo BeOS. Il sistema operativo BeOS fu utilizzato anche sui famosi cloni autorizzati Apple, gli UMAX.

computer UMAX

Particolare interessante era il numero elevato (per l’epoca) di porte I/O.
In breve l’elenco:
4 porte seriali 9-pin
1 porta per il mouse
2 porte per i joystick
4 porte MIDI (2 in e 2 out)
3 porte infrarossi
1 ingresso CD (interno)
1 ingresso audio (interno)
1 uscita audio (interno)
1 ingresso audio jack
1 uscita audio jack
Di interesse erano anche le blinkenlights, le striscia di led che indicano il livello di potenza in uso la porta GEEK entrata ormai nel mito (porta 37 pin sperimentale) composta da pin digitali e analogici I/O, con convertitori A/D e connettori DC.

Connettori I/O

Fonti e immagini: 1 – 2