Home Giappone Per le medaglie olimpiche il Governo giapponese riciclerà la vecchia elettronica.

Per le medaglie olimpiche il Governo giapponese riciclerà la vecchia elettronica.

145
0

Il Ministero dell’Ambiente giapponese, in accordo con il governo centrale ha deciso che le medaglie delle olimpiadi del 2020 verranno prodotte all’insegna del risparmio e dell’austerità e che verranno riutilizzati per quanto possibile i metalli che si trovano all’interno della vecchia elettronica.
Con un messaggio su Twitter il Ministero ha comunicato che si sta coordinando con le amministrazioni locali per creare dei centri di raccolta, dove i cittadini potranno portare eletrodomestici, telefonini, tablet e vecchi computer, che verranno smontati in strutture appositamente selezionate in modo da estrarne i metalli pregiati.

I primi posti indicati dal Ministero per la raccolta saranno gli uffici postali e alcune catene di negozi, come i Docomo Store che dovranno in particolare occuparsi degli smartphone.
Le medaglie da coniare saranno circa 5000 ed è previsto che saranno necessari 40 kg d’oro, 4900 d’argento e 3000 di Rame ma in particolare a preoccupare il Ministero è la situazione dell’argento, che si trova in quantità davvero bassissime e la richiesta è così alta perchè le medaglie d’oro sono solo placcate all’esterno , ma all’interno sono fatte d’argento.
Per aumentare la base di raccolta è stato annunciato che anche le scuole verranno coinvolte come centri in cui portare i vecchi elettrodomestici e mentre le previsioni per la raccolta di rame e oro sono abbastanza buone, rimane il problema dell’argento…
Il problema dei RAE è comunque molto sentito in Giappone come in tutto il mondo e sono molti gli impianti che sono nati negli ultimi anni in tutto il mondo.
Ecco un video esplicativo realizzato in un impianto standard di Hannover dove viene mostrato come vengono riciclati i monitor CRT, giusto per dare un’idea dei processi.