Home Anime Il concorso di quest’anno”Project Anima” nella sezione “Science Fiction/Robot” non ha un...

Il concorso di quest’anno”Project Anima” nella sezione “Science Fiction/Robot” non ha un primo posto.

128
0
Credits : twitter.com/ANIMA_info

Diventa sempre più difficile trovare delle storie originali nel settore fantascienza e lo sanno bene le ditte di produzione, che ogni anno organizzano il premio “Project Anima” per dare modo anche ad artisti sconosciuti di presentarsi e far conoscere le loro opere, che siano manga, novelle, romanzi o anche solo dei progetti abbozzati.

I giudici di quest’anno hanno deciso che nessuno dei lavori presentati arrivava al criterio prestabilito per la sezione, che richiedeva per il primo posto un’idea originale e che creasse un nuovo genere nell’animazione ; hanno però deciso per il secondo posto che è andato a Nekotaro Inui per il suo romanzo intitolato “Sakugan Labyrinth Marker” ( traducibile come “i trivellatori costruttori di labirinti”) di cui viene riportato un brevissimo estratto dell’inizio.

La trama si svolge sotto terra,in un futuro lontano dove gli esseri umani sono confinati a scavare gallerie nel sottosuolo in cui ormai vivono e hanno formato diverse colonie ; un padre ed una figlia decidono di cambiare il loro status, da scavatori semplici, lavoro più umile in una colonia, a speleologi marcatori, cioè le squadre di coloro che esplorano e disegnano le mappe delle regioni ancora sconosciute del sottosuolo.

Sull’account Twitter dell’evento è uscito l’avviso dell’assegnazione del secondo posto e di un premio in denaro, di circa 10.000 euro che verrà consegnato allo scrittore in occasione delle premiazioni di tutte le categorie del concorso il 25 agosto prossimo; il romanzo avrà anche un suo adattamento anime e di cui si è presa carico la “Satelight” ( Macross, Aquarion) e che dovrebbe uscire nel 2020.
A giudicare la prima fase della selezione sono stati i rappresentanti della ditta DeNa, molto famosa nel campo dell’elettronica e della telefonia che nella seconda fase è stata affiancata dall’agenzia pubblicitaria Sotsu Co., dalla stazione radio Nippon Cultural Broadcasting, dalla Mainichi Broadcasting System e dalla stessa Satelight ; tutte queste ditte sono state le promotrici del progetto che ha l’obiettivo di produrre tre anime di qualità con temi diversi per il 2020.