Home Anime Pubblicata l’immagine del cartellone di “Modest Heroes” dello Studio Ponoc.

Pubblicata l’immagine del cartellone di “Modest Heroes” dello Studio Ponoc.

166
0

Dopo molti mesi di attesa finalmente è stato reso noto dallo studio “Ponoc” il cartellone della loro prossima proiezione che era già stata programmata per il 24 agosto prossimo.

Molta è l’attesa di questa produzione che promette di essere di alta qualità, come ci si può aspettare da un gruppo che lavorava allo studio “Ghibli” e che ha già dimostrato di essere all’altezza della sfida; il tanto atteso lavoro si intitola “Modest Heroes” e si compone di tre corti molto diversi fra loro, per il design e per l’argomento della storia, ma tutti accomunati da un filo conduttore comune, cioè l’eroismo di persone comuni nell’affrontare situazioni difficili.

Yoshiyuki Momose dirige il primo dei tre corti del cartellone, “Life Ain’t Gonna Lose” (“Samurai Egg”), tratto da una storia vera, che racconta il legame fra una madre e il figlio ; Momose ha lavorato allo studio Ghibli con Isao Takahata in molte delle sue produzioni, in ruoli diversi, come direttore per l’animazione, sceneggiatura o visual design in capolavori come “Una tomba per le lucciole”, “Only Yesterday”(in italiano tradotto “Pioggia di ricordi”), “Pom Poko” e ” La Principessa Splendente”.

Hiromasa Yonebayashi dirige invece il secondo dei corti , intitolato “Kanini e Kanino” la storia di due fratelli granchio, con un disegno davvero particolare che ricorda un po’ quello di “Conan”; Yonebayashi ha già firmato al direzione di “Quando c’era Marnie” e del nuovo “Mary e il fiore della strega” ma questo è per lui il primo lavoro di cui ha anche scritto personalmente  la storia originale.

Hakihico Yamashita è invece il direttore della terza e forse più strana storia che ha per protagonista un uomo invisibile, con il design più realistico fra tutte ; anche lui ha lavorato per lo studio Ghibli ricoprendo ogni volta ruoli diversi e collaborando in produzioni come “Spirited Away”,”Ponyo”,”Si alza il vento” e “Il castello errante di Howl”.

Il trailer che è già uscito da tempo ha destato molto interesse e anche se si vedono scene davvero brevi, si intravede il lavoro fatto e la qualità nella cura di ognuna delle tre storie, tre stili diversi ma ognuno con il suo fascino.