Home Focus 2 Costretta a scegliere fra il fidanzato e la sua collezione di manga...

Costretta a scegliere fra il fidanzato e la sua collezione di manga e gadget, silura il fidanzato.

59
0

Ebbene sì, capita anche questo in un paese di solito molto aperto come il Giappone,in cui una ragazza si è sfogata su Twittwer per il comportamento del suo fidanzato; certo non si possono avere sempre gli stessi gusti in tutto  rispetto al proprio partner, ma è anche giusto fare dei compromessi e venirsi un po’ in contro ma un errore che non bisogna mai fare è quello di cercare di stronacare un hobby o una passione dell’altro perchè la cosa di solito finisce male.

Soprattutto però bisogna avere un po’ di buonsenso e capire cosa possa essere moti vo per troncare una realzione e su cosa invece sarebbe bene passare sopra, magari anche con una risata.

Non è purtroppo stato il caso di questo personaggio un po’ miserabile che ha deciso di sbirciare senza permesso nel telefono della fidanzata e vi ha trovato diversi fumetti e tracce di pagamenti di vari tipi di gadget che la ragazza aveva acquistato sempre inerenti ai protagonisti maschi degli anime in questione ; la cosa che ha fatto, a quanto pare, arrabbiare il ragazzo è stata quella che alcuni dei manga e anime seguiti dalla ragazza erano di tipo sexy ma quello che lo ha fatto arrabbiare di più è stato un manga, solo sentimentale , ma che coinvolgeva due protagonisti maschi.

manga2

Il ragazzo , invece di farsi una risata ed essere contento di non aver magari trovato prove di un altro ragazzo in carne ed ossa, ha deciso di dare un ultimatum alla ragazza e le ha intimato di buttare via tutto quello che aveva acquistato, magliette, spille e qualunque altra cosa e di diventare una “Ragazza Normale”.

La ragazza, offesa innanzitutto per il fatto che avesse preso e controllato il suo telefono di nascosto, è rimasta interdetta dalla reazione esagerata del fidanzato e ha deciso che se c’era una cosa da buttare, quello era lui.

manga

Lo ha liquidato dicendogli che i personaggi dei suoi anime erano solo in 2D ma che erano comunque sempre meglio di lui ; su twitter, dove si chiama “@Rain Mamizu”  ha trovato molti sostenitori che le hanno dato ragione e perfino un’altra ragazza che le ha detto di aver avuto lo stesso problema, ma anche che alla fine aveva trovato e sposato un uomo molto gentile e intelligente,a cui non importava affatto di questa sua passione.

Non è raro infatti oggigiorno che una ragazza sia un po’ “Otaku” anche se è un’espressione che non si usa per una donna e la maggior parte dei ragazzi è piuttosto tollerante, sia  con chi colleziona gadget o manga sia con  altre passioni come il cosplay ; probabilmente la sua è stata solo sfortuna…