Home Giappone Hatsune Miku e una nuova versione per l’assistente virtuale di Gatebox.

Hatsune Miku e una nuova versione per l’assistente virtuale di Gatebox.

160
0

Due anni fa una startup giapponese aveva fatto scalpore con un suo progetto particolare : un’assistente virtuale olografica in un tubo, con all’interno un’intelligenza artificiale che poteva fare da assistente , interagendo con il proprietario e anche controllare le apparecchiature connesse con  IoT (Internet of Things), come ad esempio un sistema di allarme, il riscaldamento o televisore e lavatrice, sempre connessa allo smartphone.

La bellezza della cosa stava nel fatto che, a differenza di Siri e Cortana, l’assistente aveva una sua certa personalità; intanto era un ologramma e poi anche carino, di nome Azuma Hikari, ma la cosa inquietante era che sembrava davvero che qualcuno vivesse nel tubo, insomma un realismo estremo, che però la rendeva anche forse più vicina e “Umana”.

La Vinclu Inc. aveva stupito tutti e ha poi sviluppato e venduto “Gatebox”, il tubo con questa stupenda assistente, prima solo in Giappone, poi anche negli Stati Uniti, anche se purtroppo a quanto pare comunica solo giapponese.

Il prezzo non è per tutti dato che si parla di circa 2700 euro, ma ha avuto un ottimo successo di vendite comunque e la ditta ha quindi iniziato quest’anno, due particolari progetti; per primo la collaborazione con il personaggio di Hatsune Miku, la famosa virtual idol,che ora è disponibile come assistente  e  un aggiornamento per l’estate di quest’anno, aggiungendo un albero in fiore sullo sfondo e cambiando il vestito del personaggio di Hikari.

Non si può capire a pieno la bellezza di questo progetto se non vedendo un breve filmato che vale più di mille parole… quello di presentazione girato durante il “Magical Mirai ” dello scorso anno quando è stata presentata prima della messa in vendita , la versione con Hatsune Miku.