Home Made in USA Un’intelligenza artificiale come assistente didattico : sembra strano ma c’è già.

Un’intelligenza artificiale come assistente didattico : sembra strano ma c’è già.

27
0

Dal 2006 all’interno del Georgia Institute of Tecnology c’è un assistente didattico che aiuta gli studenti di un corso online quando hanno difficoltà di procedura o se hanno domande sul corso.
Tutto è iniziato da un esperimento condotto da un gruppo di insegnanti dell’istituto che hanno deciso di utilizzare l’intelligenza artificiale di IBM, “Watson” come assistente alla didattica per i programmi di studio online, ma senza dire agli studenti che si trattava di un’intelligenza artificiale.
Glòi studenti erano infatti convinti di parlare con la signora Jill Watson enessuno si è accorto di nulla. Watson ha “letto” più di 40.000 mail di studenti e seguito delle chat, imparando come rispondere alle domande e alle consultazioni.
Secondo gli insegnanti, una gran parte dell’insegnamento è anche quella di dare supporto agli studenti e questo implica un grande lavoro di risposte, spesso molto simili fra loro o tipiche legate al corso, cosa in cui un’intelligenza artificiale potrebbe essere d’aiuto.
Quando a fine corso il corpo docenti ha rivelato che l’assistente era un’intelligenza artificiale, gli studenti erano davvero stupiti e hanno affermato che in effetti si erano stupiti dell’efficienza dell’assistente nelle risposte.
Il programma però continua per dar modo all’ AI di perfezionarsi : all’intelligenza artificiale è stato cambiato nome ed è stata reinserita nel gruppo degli assistenti senza che gli studenti però sappiano chi sia, sanno solo che uno degli assistenti non è umano.