Home Giappone Panasonic Assist Robot: da prototipo a prodotto.

Panasonic Assist Robot: da prototipo a prodotto.

32
0

Da diversi anni la Panasonic sta sviluppando degli esoscheletri per assistere le persone che fanno lavori pesanti con sensori di carico e movimenti, come il AWN-03, semplice da indossare, con una batteria ricaricabile che dura 8 ore, come il normale turno di lavoro.
In un video di due anni fa, che già mi aveva impressionato allora, la Panasonic spiegava il suo funzionamento : i sensori , quando percepivano il carico, se ne assumevano una parte per non scaricare il peso sulla schiena, levando alla persona fino a 15 kg di carico.
Un altro esoscheletro il PLN-01, chiamato anche “Ninja” era invece stato studiato per chi doveva fare lunghe camminate, anche su sentieri in salita e con una parte superiore sviluppata per sostenere carichi pesanti.
Poi il “Power Suit” con 20 motori e 4 sensori, uno per ogni mano e piede; all’epoca del filmato stavano ancora cercando di ridurre le dimensioni e pianificavano di usarlo in caso di disastri naturali o lavori stradali particolarmente pesanti.
Ancora più impressionante il “Power Loader”, bellissimo esempio di ingegneria robotica: la foto con le luci al neon da un’atmosfera da film di fantascienza…bellissimo.

All’epoca del filmato erano ancora prototipi, mentre adesso sono diventati una realtà : la ditta di costruzioni Gammon Construction Limited ha firmato ad Hong Kong un contratto con La ATOUN, sussidiaria della Panasonic per l’acquisto di 10 esoscheletri da utilizzare nei cantieri per aumentare efficienza e sicurezza dei lavoratori.
Questo è il primo passo e sicuramente ne serviranno ancora molti in questo senso, ma è un buon inizio all’accettazione dell’aiuto dei robot che entreranno nella nostra vita in un futuro più prossimo di quello che possiamo pensare.