Home Uncategorized I primi occhiali per la realtà virtuale

I primi occhiali per la realtà virtuale

98
0
Sono in molti ormai a pensare che i Google Glass sono stati inventati dalla stessa Google. Invece in passato ci sono stati moltissimi tentativi per avvicinarsi alla realtà virtuale (come il Virtual Boy della Nintendo e il VFX1), anche se con i Google Glass sarebbe più corretto parlare di realtà aumentata.

Un esempio che circa 30 anni fa aveva lasciato il segno nella fantasia delle persone, fu il VPL EyePhone, che nel 1989, venne presentato al Texpo Telecomunicatios di San Francisco.

Venduto al prezzo di circa 9mila dollari, si trattava nella sostanza di un paio di occhiali con schermo integrato e guanti da indossare per poter interagire con un mondo digitale creato da un computer. Piccola curiosità: i guanti erano i Data Glove e avevano come controller la CPU 6502 (che per i pochi che non lo sanno è la stessa CPU di computer come il VIC-20 o il Apple IIe). Il nome fu dato probabilmente perchè era possibile parlare con altre persone che indossavano lo stesso strumento. Uscì anche un secondo modello venduto all’incirca allo stesso prezzo del primo.

Il successo iniziale fu pazzesco e tutti volevano provarlo ma, forse la tecnologia non era ancora quella giusta o più probabilmente i prezzi erano troppo alti, l’interesse per il VPL finì presto.